Le parole che cambiano i messaggi della comunicazione

2019-05-31T11:56:33+00:00 31 maggio 2019|Coaching|
  • Messaggi nella comunicazione

Come comunicare nelle situazioni difficili.

“Non è quello che dici ma come lo dici”.

Quante volte avete detto o pensato a questa frase.

Che sia nella vita quotidiana o negli ambienti di lavoro, imparare ad utilizzare e preferire alcune parole piuttosto che altre cambia anche la comunicazione e la relazione in corso. Le parole lasciano in alcune situazioni diversi  messaggi: imparare quali sono è importate per riuscire ad essere buoni comunicatori.

L’obiezione più comune potrebbe essere che non sempre si ha il tempo di pensare quando ci si trova nelle situazioni difficili, e che con il senno di poi riusciamo meglio a dire cosa avrebbe funzionato e cosa invece ha fallito.

Messaggio della comunicazione

Ho elencato 4 situazioni nelle quali in qualche modo ti sarai trovato a pensare e ad agire.

  1. Quando sostituire i “PERCHE’” nelle frasi:

Quando ci si trova in quelle situazioni in cui in qualche modo temiamo che qualcuno ci stia giudicando o accusando di qualcosa e la nostra reazione è “Perché mi stai dicendo questo?”

Proviamo in questo caso a sostituire il perché delle cose con il come, ovvero: “stai utilizzando queste parole poiché vuoi dirmi che…”, cerchiamo di dare un’interpretazione di quello che succede senza metterci sulla difensiva. Magari scopriamo che in realtà era solo un malinteso!

  1. Cosa rispondere al collega che chiede sempre aiuto:

Chi di voi si è trovato nella situazione di dover sempre dire cosa fare ad un collega, magari in ufficio già da anni, magari è davvero l’ennesima volta che chiede aiuto e voi puntualmente gli dite cosa fare e poi vi sentite molto nervosi.

L’alternativa?

Anche qui è quella di dire alla persone che chiede un aiuto costante “Tu cosa ti ricordi? Dimmi cosa faresti e poi ti dico se è corretto”. Vi assicuro che con questa piccola tecnica il collega smetterà di interrompervi costantemente sempre sulle stesse cose.

  1. Essere più persuasivi quando avete urgenze:

In questa situazione ci aiutano i consigli di un grande studioso della persuasione, Robert Cialdini, che ci suggerisce di aggiungere una motivazione quando abbiamo delle urgenze.

Ad esempio, quando ci troviamo nella situazione di dover utilizzare la stampante dell’ufficio saltando la coda, invece di dire semplicemente “Scusami ho solo 5 pagine, posso usare la stampante”? Meglio utilizzare la forma “Ho 5 pagine, posso usare la stampante, sono in ritardo con le scadenze”.

  1. Migliorare la relazione nel gruppo di lavoro:

Quando si espone un nostro progetto, come può essere in un gruppo di lavoro, delle parole utili possono essere “Hai dei suggerimenti in merito?” Oppure “Oggi proprio non riesco a capire come procedere, tu cosa mi consigli?”. Le parole utilizzate in queste due frasi lasciano all’interlocutore il messaggio di aver di fronte una persona aperta, collaborativa e soprattutto che sa ascoltarti.

 

Sapere cosa è efficace e cosa no, in tutti i campi, è un dato da non sottovalutare e che rimane impresso nella mente. E chissà proprio quando meno te lo aspetti potrebbero essere le parole che ti hanno indirizzato nella giusta direzione in una situazione difficile.

Contattami su Whatsapp